Comune di Costigliole d'Asti - Provincia di Asti - Piemonte

Percorso di navigazione

Ti Trovi in:   Home » Guida turistica » Storia e Cultura » Introduzione alla Storia di Costigliole d'Asti

Stampa Stampa

GUIDA TURISTICA

Introduzione alla Storia di Costigliole d'Asti

Secondo un'errata interpretazione dei cronisti Guglielmo Ventura ed Antonio Astesano, "Casteglolis" nacque in seguito alla distruzione della località di Loreto ad opera degli astigiani nel (1255). Esistono, invece, notizie della località già nell'elenco dei dominii del vescovo di Asti nel 1041. È indubbio che, in seguito alla distruzione di Loreto, la località accrebbe la propria popolazione.

Durante le guerre civili tra le famiglie astigiane, Costigliole passò più volte in mano ai guelfi Solaro ed ai ghibellini De Castello, fino a che questi ultimi la vendettero alla famiglia Asinari nel (1315).

Nel 1382, Antonio Asinari, rimanendo unico proprietario della località, astutamente fece atto di sottomissione ad Amedeo VI di Savoia, sciogliendosi definitivamente dalla dipendenza del comune di Asti. Da quel momento in poi Costigliole venne sempre amministrata secondo le leggi sabaude, anche quando Asti, perdendo la propria indipendenza, passò prima sotto il dominio visconteo, poi monferrino ed infine orleanese.






 

Riferimenti del comune e Menu rapido


Comune di Costigliole d'Asti, Via Roma, 5/9
14055 Costigliole d'Asti (AT) - Telefono: 0141-962211 Fax: 0141-966037,
Codice univoco fatt. elettronica UFDFVN

C.F. 80003450055 - P.Iva: 00225790054
E-mail: segreteria@costigliole.it   E-mail certificata: comunedicostiglioledasti@postecert.it
E-mail D.P.O.: fabrizio.brignolo@libero.it    Pec D.P.O.: brignolo.fabrizio@ordineavvocatiasti.eu